Pilates

Pilates

Il metodo PILATES è stato ideato da Joseph Pilates, si tratta di una pratica basata su principi specifici. Il nome originale era CONTROLOGY, con cui Joseph voleva sottolineare il concetto di coordinazione tra corpo, mente e spirito.

I principi guida del metodo PILATES sono la respirazione, l’allungamento di tutto il corpo e della Power House, la mobilità e la fluidità della colonna, la concentrazione, l’allineamento, lo spostamento del carico sulle estremità, il lavoro su più piani nello spazio e la routine.

La respirazione nel Pilates è fondamentale per eseguire al meglio i movimenti, perché durante la respirazione vengono attivati alcuni gruppi muscolari che fanno parte della Power House.

Nel Pilates è consigliabile effettuare sempre una respirazione laterale per mantenere sempre attivo l’addome e migliorare la capacità meccanica respiratoria.

La respirazione facilita: l’espirazione che facilita la flessione della colonna vertebrale, l’inspirazione che facilita l’estensione toracica. La respirazione unilaterale facilita l’inclinazione e la respirazione combinata facilita la rotazione e la flessione.

Avere una buona Power House vuol dire avere il corpo sotto controllo e quindi una buona postura

I muscoli della Power House o comunque del tronco sono: retto dell’addome, obliquo esterno, obliquo interno, trasverso dell’addome, sacro spinale, gran dorsale, quadrato dei lombi, multifido e psoas.

Nel pilates si lavora anche molto sul pavimento pelvico, questo è situato nella pelvi che è una struttura che fa da Ponte tra la parte superiore e quella inferiore del corpo . è formata da tre ossa: ischio ileo e pube, tenuti insieme da articolazioni cartilaginee.

Per un’organizzazione ottimale in multifido deve stabilizzare la colonna e il trasverso dell’addome deve aumentare la pressione intraddominale e il pavimento pelvico deve lavorare sinergicamente con il trasverso dell’addome.

La concentrazione nel Pilates è fondamentale bisogna che ci sia un collegamento tra coscienza e movimento, comprensione del movimento, quindi attenzione profonda nell seguire al meglio ogni esercizio.

L’obiettivo nel Pilates è cambiare lo schema percettivo del nostro allineamento per evitare l’iperattività dei muscoli superficiali cervicali ovvero il trapezio, l’elevatore della scapola, gli scaleni e lo sternocleidomastoideo.

Infine possiamo dire che il compito del pilates è portare l’allievo da inconsciamente incompetente a inconsciamente competente

4.5 2 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x